Coesione Sociale - Lista Zattini

Zattini Sindaco
Forlì Cambia
Menu
Scarica il nostro Programma
Lista Civica Zattini Sindaco
Vai ai contenuti

Coesione Sociale

Il Programma
La coesione sociale è frutto di una virtuosa interazione tra soggetti sociali, garantisce lo sviluppo della nostra città e deve finalmente costituire oggetto prioritario di attenzione ed impegno da parte dell’amministrazione comunale.

 
Questa interazione attua il principio di sussidiarietà, così come previsto dalla Costituzione Italiana: occorre innanzitutto identificare i soggetti sociali, ovvero la famiglia e le aggregazioni associative e di volontariato che contribuiscono allo sviluppo della persona e della collettività.

 
Riconosciamo quindi la realtà di soggetti che esistono ancor prima dello Stato e le loro pari dignità. Il nostro metodo di lavoro sarà quello della collaborazione e non la solita imposizione centralistica: la famiglia e le formazioni sociali sono protagoniste, non oggetti di cui l’Amministrazione dispone.

 
Vogliamo una città che elabori le proprie politiche sociali per soggetti anziché per oggetti.

 
Proposte
 
Una città amica della vita e della famiglia.
 
·        Riconoscere il ruolo prioritario della famiglia nell'educazione dei figli, sostenendola nella libertà di scelta e partecipazione; offrire ai giovani percorsi formativi per una consapevole scelta del matrimonio ed assunzione delle responsabilità di una nuova famiglia.
 
·        Aiutare la famiglia, con contributi economici e servizi a prendersi cura dei propri componenti, soprattutto di quelli che per età, fragilità e condizioni di salute necessitano di maggior attenzione, cercando di evitare forme di abbandono ed emarginazione sociale, con maggiore attenzione alle famiglie da più tempo residenti nel territorio comunale.
 
·        Fare riferimento alla Consulta permanente delle associazioni delle famiglie e adeguarne compiti e rappresentatività;
 
·        Costituire una consulta delle famiglie di disabili e anziani con compiti di valutazione dell’efficacia dei servizi ricevuti.
 
·        Promuovere una cultura di accoglienza della vita nascente, aperta al futuro e non rassegnata al dissesto demografico: garantire il diritto a non abortire, dando stabile attuazione al “Protocollo” sottoscritto fra Comune, AUSL e Volontariato.
 
·        Sostenere la maternità e la paternità, mettendo in rete le risorse umane ed economiche del nostro tessuto sociale.
 
·        Ricercare soluzioni efficaci al problema della casa.
 
·        Realizzare una politica di equità tariffaria che tenga conto del c.d. quoziente familiare, per non penalizzare i nuclei più numerosi.
 
 
Politiche sociali.
 
     
  • Dare sostegno      alla persona, ponendo disabili, anziani, persone fragili e relative      famiglie al centro delle decisioni sulla loro vita.
  •  
  • Attuare      il progetto di vita della persona fragile coinvolgendo innanzitutto la sua      famiglia, che deve poter verificare e giudicare i servizi ricevuti.
 
·        Redigere un nuovo regolamento sulla partecipazione alla spesa per servizi sociali a disabili e anziani: ISEE ZERO - contribuzione ZERO; contribuzione ZERO per ISEE fino alla soglia di povertà; poi contribuzione progressiva nei limiti di sostenibilità del disabile e dell’anziano. La contribuzione non deve generare l’isolamento. L’interazione va sempre salvaguardata e potenziata.
 
·        Validazione e verifica dell’efficacia delle attività in ambito sociale da parte di terzi, in particolare dai rappresentanti di chi riceve i servizi: basta autoreferenzialità.
 
·        Cambiare l’approccio degli aiuti a pioggia e le forme di semplice assistenzialismo per favorire una reale integrazione sociale.
 
·        La fragilità e la disabilità non sono un problema principalmente sanitario ma sociale: potenziare il sostegno alla famiglia per la domiciliarità, l’integrazione nel tessuto sociale, i metodi di comunicazione non verbale come la comunicazione facilitata.
 
·        Introdurre il fattore famiglia come riferimento nel calcolo dell’imposizione fiscale locale.
 
·        Difesa dell’attuale autonomia della Casa di Riposo/Residenza Pietro Zangheri a favore della continuità della sua storia di assistenza sociale alle persone anziane nel cuore della città.
 
·        Maggiore controllo dei fruitori dei servizi sociali al fine di identificare i falsi poveri e aiutare realmente chi ha bisogno, in collaborazione anche con le forze dell’ordine.     
 

 
Il Volontariato sociale come interlocutore delle politiche sociali.
 
     
  • Favorire      l’espressione democratica e organizzata di una creatività sociale operosa,      generosa e solidale, che possa concorrere al bene comune.
  •  
  • Valorizzare      il volontariato e gli enti del terzo settore, nel rispetto dei ruoli e      senza strumentalizzazione da parte dell'Ente pubblico.
  •  
  • Consentire      la partecipazione del terzo settore alle scelte degli obiettivi e delle      modalità di realizzazione dei servizi sociali.
 

 
Immigrazione e integrazione sociale.
 
·        Sviluppare politiche volte al riequilibrio generazionale, per ottenere e possibilmente evitare i guasti dell’attuale dissesto demografico, con un’integrazione anche di culture diverse ma realmente inserite in un tessuto sociale consapevole delle proprie tradizioni in contesto di reciproco rispetto.
 
·        Valutare gli attuali strumenti sul territorio di prima e seconda di accoglienza sostenendo una progettualità di integrazione:  occorre favorire  in particolare l’accoglienza di famiglie, e puntare a sviluppare reali percorsi di integrazione partendo dalla conoscenza della lingua italiana e della nostra cultura.
 
·        L’integrazione passa dal rispetto reciproco: libertà di culto nel rispetto delle norme vigenti e delle regole di civile convivenza, favorendo il dialogo e allo stesso tempo applicando le regole per situazioni quali via Fabbretti.
Contattami: mi interessa la tua opinione

Associazione Culturale Ricreativa   Lista Civica Forlì Cambia Zattini Sindaco
Via Giorgio Regnoli 96, 47121 Forlì
music by Scott Holmes
Torna ai contenuti